Tutto è iniziato dalla storia di Sandra Savaglio

Avevo letto di questo eclatante ritorno e mi aveva assai incuriosito. La storia di Sandra Savaglio, l’astrofisica calabrese che quando si trasferì negli Usa finì sulla copertina del Time come emblema dei cervelli che l’Europa stava perdendo, mi aveva colpito moltissimo. La curiosità mi ha spinto a leggere molti articoli su di lei, ad approfondire il personaggio con delle interviste, a guardare dei video e a documentarmi su una scienziata di altissimo profilo da sempre, suo malgrado, sotto i riflettori.

Sandra, che è rientrata in Italia e insegna nella Facoltà di Fisica dell’Università di Rende, in Calabria, ha fatto una scelta di vita tornando nell’Ateneo in cui si è formata, per accompagnare giovani talenti che possono aspirare a diventare grandi, pur vivendo in una regione apparentemente periferica. Dopo aver maturato enormi successi in alcuni tra i migliori centri di ricerca americani e tedeschi, Sandra Savaglio vuole vincere la sua nuova sfida proprio in Calabria.

La sua è la storia che apre la galleria dei “consapevoli ritorni” sul libro Generazione Boomerang, di prossima pubblicazione.